Olevano 2012, tradizionale visita al potente

Prima Pagina Rifondarola 21 05 2012

Domenica 20 maggio 2012, in terra del potente si svolge l’ottava edizione della corri per telethon organizzata dalla locale sezione dell’AVIS. E’ la classica somarata che, solo a nominare il paese che la ospita, Olevano Romano, fa venire i brividi.

Il circuito è un classico oramai, un giro di 1300 metri da ripetere 4 volte. La partenza è sulla piazza della chiesa di San Rocco. 20m in leggera discesa, poi curva a destra e comincia la salita. Qualcuno comincia subito a camminare!!! La parte più dura è breve, 100 metri appena. Poi spiana un pochino per altri 400 metri, sempre in salita comunque. Nel punto più in alto una cortese poliziotta ci attende per consigliarci di tenere la destra ed evitare le poche macchine che potrebbero passare. La discesa è appena cominciata quando sulla destra è possibile individuare il sentiero sterrato che ci aspetta. È sconnesso, ripido, scivoloso, insomma l’ideale per farsi male (guai a fermarsi). Si procede su un piacevole fondo finalmente in piano, sempre sterrato, che riporta in breve all’interno del paese. Con i polmoni belli aperti è possibile apprezzare gli odori che provengono dai vialetti dove corriamo. Su tutti quello di un coniglio alla cacciatora… così è troppo però. Il giro si conclude con una volatina in leggera salita, una curva a gomito, e poi via per un nuovo giro.

Al via un centinaio di atleti, con una nutrita rappresentanza anche di ragazzi che hanno percorso il singolo giro.

E’ la classifica del criterium che anima lo spirito combattivo dei presenti, non meno nel piacere di trascorrere una giornata all’aria aperta, per grandi e piccoli. Veniamo alla cronaca.

Al femminile la valchiria bizzarri ha poco di che preoccuparsi, vista l’assenza di Paola. Solo al via Eleonora si fa notare , ma per lei c’è solo il posto d’onore, a debita distanza. Terza rifondarola è Marcella, piena di tanti buoni propositi, che ci sta trovando gusto e va tenuta d’occhio. A seguire ritroviamo con tanto piacere, dopo un paio d’anni d’assenza, Cristina. Nonostante lo scarso allenamento, ha tenuto alto l’onore in famiglia (è lecito citare che il suo capizi ha rinunciato a correre per lei. Un vero segno d’amore J)

Anche al maschile non c’è stata gara per quanto riguarda la leadership rifondarola. Boris ha stracciato tutti, primo assoluto, permettendosi il lusso di doppiare la metà dei rifondaroli (ma non il presidente, che lo ha rintuzzato a dovere con una volata ad evitare la vergogna). Alle sue spalle c’è stata battaglia per assicurarsi il secondo posto. E’ stato Pierluca, molto carico fina dalla partenza, a mettere in chiaro come stanno le cose. A farne le spese è stato Andrea Guerra che è riuscito solo a metterlo nel mirino qua e là sul percorso. Tra i due si è inserito Giovanni, alla sua prima “gita rifondarola”.

Poco più dietro il presidente, ancora in convalescenza, chiudeva la sua onesta prestazione insieme a Claudio Fusco, rifondarolo da poco ed all’esordio assoluto. Tocca anche stavolta a Fabio Lucidi chiudere la pattuglia con il sorriso sul volto, che rappresenta l’ennesimo successo. Ritirato ad un giro dalla fine il coach, dolorante per l’ennesimo problema muscolare.

Alle 12.30 eravamo dal potente che ci ha accolto come sempre, nello spirito e nella panza, nel gioco e nella parola. Grazie potente

Classifica aggiornata del Criterium dopo la prova di Olevano – qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *