Archivi categoria: Gare

Film de Guera

Sono andato a Palombara a fare la Millennium Running in compagnia di Angelo, Mauro e Fabio, i quali mi hanno intimato di trarre un fumetto dalla giornata passata assieme, pena la visione ripetuta di “Sense & Sensibility” nella versione coreana .

Le Nostre Squadre

Anche io ho (immeritatamente) difeso i colori di Rifondazione Podistica alla maratona a staffetta di Villa Borghese. Invece di tediarvi con una cronaca in cui avrei ben poco da dire, pensavo di omaggiare graficamente tutte le squadre (anzi, squadroni) che siamo riusciti a mettere in campo, con l’augurio che l’anno prossimo siano di più e più agguerrite!

Su e giù per Vitigna

Ultima settimana di maggio, allenamenti propedeutici alla gara di Vitigna: qualche scatto asfittico il lunedì, 12km il mercoledì e tre dico tre allunghi al campone il venerdì (500m in 1’47”, però…). Domenica il clou della settimana, ben documentato nel fumetto che segue:

Cani alle Calcagna

Settimana in cui ho preparato la gara di Ninfa (LT). Ora, ‘preparare’ è una parola grossa, chissà quali lavoroni evoca, diciamo che ho fatto qualche scatto in salita lunedì, una decina di km il mercoledì, e una cosa più breve e più veloce venerdì. Sabato gara. Faccio base a Sabaudia (LT), si protrae, solenne, la cerimonia della vestizione. Sbaglio un po’ i tempi e arrivo sul campo dieci minuti prima della partenza, a Teresa l’onere di parcheggiare la macchina. Giusto il tempo per sistemarsi il chip alla caviglia ed echeggia il colpo di pistola. Siamo un folto gruppo di rifondaroli a presidiare la retroguardia, lo speaker, sardonico, ci saluta al passaggio. Cerco di guadagnare qualche posizione svicolando tra le frasche, ma è un fuoco di paglia, il gruppone verde acido mi supera, ed io lo lascio andare. E se fossi arrivato per tempo? E se mi fossi riscaldato a dovere? Il gruppone verde acido mi avrebbe superato lo stesso, ed io lo avrei lasciato andare, diciamo la verità, non sono al top della preparazione! Un po’ più in là aggancio Paola, cerco di relazionarmici, ma giustamente lei risparmia l’ossigeno per i processi metabolici. Potrei riaprire le sorti del Criterium, sgambettarla sadicamente, precipitarla nel fosso che di lì a poco attraversiamo, ma lascio stare, il destino ha già lavorato per me: risalendo le posizioni riconosco la sagoma della Direttrice, nettamente in vantaggio sulla Vipera Secca. E’ sempre bello veder correre un’atleta vera, la postura, la sicurezza del passo, mi vien quasi voglia di raccogliere un bastone e picchiarla in mezzo alle scapole, ma lascio stare, continuo a risalire la corrente. Concludo senza infamia e senza lode, poco prima che scocchi il quarantesimo minuto.

A seguire trasferimento a Sermoneta (LT), cena sociale con abbondante vino e torta in onore della Secca, di cui ricorre il genetliaco. Lei sorride a tutta dentatura, noi applaudiamo magnanimi, ma con l’occhio interiore vediamo una Vipera in fuga tra le rocce, una muta di cani verde acido alle calcagna.

Giochi in Corsa

Rifondazione Podistica organizza per il 21 Dicembre una mattinata di giochi e atletica con fini di beneficienza al Parco delle Valli (via di Conca d’Oro). Leggete qui il comunicato ufficiale. Partecipazioni e contributi sono ben accetti.

Oggi avrei dovuto fare la IV Corri per il Verde al Parco delle Sabine (e dove troverebbesi?), ma una operazione di stripping alla grande safena esterna mi ha tenuto lontano dai campi del cimento (ho la gamba sinistra insalamata stile Tutankhamon). Mi ero tanto raccomandato con il dottore: “Guardi che io domenica c’ho ‘na gara…”, e lui: “Ma si figuri, ma certamente…” si… vatti a fidare dei chirurghi vascolari…

 

Finale di Cross / Cross final

Settimana in cui ho corso poco ma ho disegnato parecchio: ho fatto una serie di vignette commemorative per l’evento clou, ovvero la finale nazionale di Cross a squadre in cui Rifondazione Podistica schierava sia maschi che femmine!

A week weak in training but rich in drawing: I did a series of sketches to commemorate the Italian Cross Final that took place in Rocca Priora, near Rome, in wich Rifondazione Podistica (my team) deployed both boys and girls!

Allenamenti: martedì 4 e giovedì 7 (o venerdì 8?), 8km, stretching e recupero.

Continua/Continues

Staffetta / Relay race

Non ho appunti per questa settimana – No data found for this week.

Gara in pista / On the track

My first race on track! Here you can see me passing a fellow that could be my father!

La mia prima gara in pista, se si esclude una partecipazione patetica ai Giochi della Gioventù. Si corre sul tardi allo stadio di Frascati, festival del mezzo fondo. Per la 5000 ci sono anche mio fratello e Roberto “Zed” Tufani, purtroppo in diversa batteria. –  My first race on track! Here you can see me passing a fellow that could be my father!

Ugo cade in una specie di trappola: si accoda ad un gruppetto che va fortissimo, poco sopra la sua media, ma lui stringe i denti e resiste. Al terzo km il gruppetto… si ferma (si stavano allenando per la 3000?), e mio fratello si ritrova solo, stanco e senza punti di riferimento. Rinuncia. Zed è partito troppo forte, si ferma anche lui. L’onore della squadra risiede sulle mie spalle, nella batteria dei pipponi. Il mio obbiettivo è di andare sotto i 21 minuti, riuscire a correre quattro km a ritmo gara e fare l’ultimo km ai 4’00. Si parte. Il primo km è perfetto, intanto il gruppo si sgrana, mi ritrovo appaiato con Fioroni, un veterano che quando mio fratello ha ripreso a correre quindici anni fa, aveva già cinquant’anni e andava fortissimo. Un po’ mi stacca, poi lo riprendo, per ben due giri provo e rinuncio a sorpassarlo, poi è lui stesso a cedere, mentre altri atleti ci doppiano allegramente. In tutto questo ho perso un po’ di vista la mia condotta di gara, non ricordo nemmeno più quanti giri mancano alla fine. “Due giri…” mi ricordano i giudici. Vado in progressione, francamente ce la metto tutta correndo al massimo negli ultimi metri. Chiudo a 21’15, come se avessi tenuto un ritmo gara perfetto ai 4’15. Obbiettivo mancato, ho avuto qualche flessione a metà gara in tutto quell’andirivieni col Fioroni, ma è stato molto divertente lo stesso. L’anno prossimo ci riprovo!

Per il resto della serata mi tocca sorbire le recriminazioni di mio fratello…