Downshifting e Felicità: il decalogo della Guerrilla Running

Ma come deve essere ‘sto decalogo è forse ridondante? Tra i fumi dell’alcool un gruppo di rifondaroli avvinazzati, al termine della gara palombarese Millenium running, nella tana della Vipera berus, affrontano i massimi sistemi: il benessere equivale alla felicità? Qual è il fine ultimo dell’uomo? Ai posteri l’ardua sentenza!

Guerrilla running!

Manifesto

  1. La Guerrilla running è uno sport per ogni età che si pratica in strada e in tutti gli ambienti naturali che lo consentono.
  2. Ha come finalità il benessere e la salute della persona nella sua unicità e totalità e dell’ambiente di cui è parte.
  3. Utilizza gli elementi naturali e del paesaggio per correre, saltare, lanciare, stare in equilibrio e altre attività utili al corpo e alla mente.
  4. Non arreca danni al paesaggio, all’ambiente e agli esseri viventi, anzi porta buon umore e svolge azioni benefiche sul territorio, come raccolta rifiuti, bonifica degli spazi abbandonati e aree dismesse, in cui esercita attività sostenibili e utili alla salute.
  5. Abbraccia principi di solidarietà e uguaglianza, apprezza e difende la diversità e la biodiversità a tutti i livelli.
  6. Aspira alla pratica di stili di vita salubri e sostenibili.
  7. Sostiene quando possibile il Downshift e la decrescita felice.
  8. Non disdegna l’uso razionale e sostenibile delle nuove tecnologie e di strumenti e mezzi all’avanguardia.
  9. Sostiene la cooperazione nello sport, nella vita e come metodo di apprendimento.
  10. Richiede impegno e dedizione ma sempre divertente, piacevole, socializzante e creativo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *