Domenica al femminile

Domenica con protagoniste femminili, le sempiterne Paola e Marcella, più la piccola Claudia. Qui di seguito le cronache dalla loro viva voce.

Paola semina il panico ovunque vada. La cronaca me la invia con una serie di SMS:

“Ti faccio una breve cronaca della gara di oggi non sono più andata a cretone perché credo sia stata sospesa sono venuta a gareggiare a Guidonia una 10km dov’è successo un casino perché il percorso è stato segnato male e la gente si è sbagliata di brutto qui tutti incazzati parolacce strilli rimproveri comunque terza assoluta (vedi foto). Pensa che durante il percorso uno ha cominciato a bestemmiare come un turco e a dire parolacce al che all’arrivo io gli ho fatto un cazziatone che non doveva dire quelle cose per strada anche davanti ai bambini (perché lei non lo fa mai, ndr) allora lui si è scusato più volte e ha detto che si sarebbe andato a confessare dal prete poi abbiamo scoperto che lui era bancario che per alcuni anni ha gestito il mio conto!”

Marcella via Facebook:

“race for the cure 2014
finalmente riesco a partecipare alla race for the cure competitiva. avevo fatto in passato due volte la passeggiata, ma stavolta gareggio. C’è una bella energia positiva al circo Massimo. incontro Francesca Mariani, con un gruppo di amici ciclisti in elegantissima parrucca biondo platino. Ne danno una anche a me, me la metto, ma poi corro senza parrucca.
tanta gente alla partenza e un pò di confusione anche perchè competitiva e non partivano insieme. Mi faccio i primi 500 metri cercando di trovare spazio per correre tra la ressa, poi finalmente mi assesto su un ritmo di 4’43” che mantengo quasi costante, poco più in salita poco meno in discesa, concludo i 5 km in 23’42”, meglio di domenica scorsa, comunque sia correre per il centro di Roma ha sempre il suo perchè.”

I rifondaroli ovunque a correre per la città, e anche i bambini: qui le foto di Claudia con la coppa…..e’ andata ieri con Fabio (il papà) a fare una garetta su strada a Talenti ed è arrivata prima..sorpresa e soddisafazioneI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *